FIE Italia

Federazione Italiana Escursionismo

Dolomiti di Brenta

Panoramica invernale sul Gruppo delle Dolomiti di Brenta dalla Paganella

Le Dolomiti di Brenta sono una sottosezione delle Alpi Retiche meridionali e si trovano nella provincia autonoma di Trento. È l’unico gruppo dolomitico che si erge a Ovest del fiume Adige.

Caratteristiche

Cima Brenta dalla Valle Rendena

Da più di un secolo meta di alpinisti ed escursionisti da tutto il mondo, il Gruppo delle Dolomiti di Brenta offre una straordinaria varietà di ascensioni, percorsi attrezzati e sentieri, oltre a decine di rifugi e bivacchi in quota.

Il gruppo si estende per circa 40 km. in direzione Nord-Sud e per circa 12 km. in direzione Est-Ovest. Ha come confini naturali a Nord la Valle di Sole, a Est la Valle di Non, il Lago di Molveno e la Paganella, a Sud le Valli Giudicarie, e a Ovest la Valle Rendena. L’intero Gruppo del Brenta è compreso nel territorio del Parco Naturale Adamello-Brenta. È da notare che la Paganella non è affatto di natura dolomitica, ma calcarea ed è separata fisicamente dal Gruppo del Brenta dalla Valle di Molveno e dall’omonimo lago (fra l’altro, non è compresa entro i confini del Parco naturale).

Le Dolomiti di Brenta sono caratterizzate dai suggestivi torrioni di roccia, che all’alba e al tramonto si tingono del caratteristico colore rosa, e per gli imponenti scenari naturali.

Le località turistico-montane che vi si affacciano sono svariate. Fra queste le più rinomate sono: Madonna di Campiglio, Folgarida, Marilleva, Campo Carlo Magno, Andalo e Molveno.

Classificazione

La classificazione AVE. Le Dolomiti di Brenta sono contrassegnate con il n. 51

Alcune classificazioni delle Dolomiti inseriscono il Gruppo del Brenta tra le Dolomiti nel senso stretto del termine.

Classificazioni come la Partizione delle Alpi o la SOIUSA, che si basano maggiormente su criteri geografici, non le inseriscono entro la denominazione Dolomiti, ma nelle Alpi Retiche la prima e nelle Alpi Retiche meridionali la seconda. La classificazione dell’AVE le definisce come il gruppo n. 51  nelle Alpi Orientali.

Suddivisione del Gruppo

Il Gruppo è tradizionalmente diviso in tre parti:

  1. la parte centrale, notevolmente frequentata, con accessi da Molveno e Madonna di Campiglio. Nelle vicinanze vi è la Via delle Bocchette;
  2. la parte settentrionale, che ospita una piccola colonia di orsi bruni;
  3. la parte meridionale, che offre accessi importanti dal punto di vista naturalistico. È frequentata in estate, soprattutto nel settore che confina con la parte centrale; molto meno in quello più meridionale.

Suddivisione della SOIUSA

La classificazione della SOIUSA delle Dolomiti di Brenta è la seguente:

La SOIUSA suddivide poi le Dolomiti di Brenta in un supergruppo alpino, due gruppi e dodici sottogruppi:

  • Gruppo di Brenta e della Paganella (A)
    • Gruppo di Brenta in senso stretto (A.1)
      • Massiccio del Grostè (A.1.a)
      • Catena Pietra Grande-Sasso Rosso (A.1.b)
      • Sottogruppo Gaiarda-Altissimo (A.1.c)
      • Sottogruppo della Campa (A.1.d)
      • Gruppo centrale di Brenta (A.1.e)
      • Massiccio della Tosa (A.1.f)
      • Sottogruppo del Monte Daino (A.1.g)
      • Sottogruppo del Ghez (A.1.h)
      • Catena d’Ambiez (A.1.i)
      • Sottogruppo dei Fracingli (A.1.j)
      • Sottogruppo del Vallon (A.1.k)
      • Costiera del Sabbion (A.1.l)
    • Gruppo della Paganella (A.2)

Montagne

Le montagne principali delle Dolomiti di Brenta sono:

  • Cima Brenta – 3.151 m. slm
  • Cima Tosa – 3.136 m. slm
  • Crozzon di Brenta – 3.118 m. slm
  • Cima Ambiez – 3.102 m. slm
  • Cima Mandron – 3.033 m. slm
  • Torre di Brenta – 3.008 m. slm
  • Cima Falkner – 2.999 m. slm
  • Cima Vallon – 2.968 m. slm
  • Brenta Alta – 2.960 m. slm
  • Cima d’Agola – 2.959 m. slm
  • Campanile Alto – 2.937 m. slm
  • Cima Pietra Grande – 2.936 m. slm
  • Cima Grostè – 2.901 m. slm
  • Campanile Basso – 2.877 m. slm
  • Cima Ghez – 2.715 m. slm
  • Castelletti di Vallesinella – 2.700 m. slm
  • Sasso Rosso – 2.645 m. slm
  • Castello dei Camosci – 2.538 m. slm
  • Piz Galin – 2.442 m. slm
  • Croz dell’Altissimo – 2.339 m. slm
  • Monte Peller – 2.319 m. slm

Rifugi

Il gruppo è servito da numerosi rifugi alpini, dei quali i principali sono:

  • Rifugio Croz dell’Altissimo, 1.430 m
  • Rifugio Selvata, 1.630 m
  • Rifugio Stoppani al Grostè
  • Rifugio Graffer al Grostè, 2.261 m
  • Rifugio Tuckett, 2.272 m
  • Rifugio Brentei, 2.182 m
  • Rifugio Angelo Alimonta, 2.580 m
  • Rifugio Tommaso Pedrotti, 2.491 m
  • Rifugio Silvio Agostini, 2.405 m
  • Rifugio Dodici Apostoli, 2.487 m

Laghi

Nel gruppo si trovano molti laghi alpini. Fra essi, il più esteso è quello di Molveno.

Vi è inoltre il lago di Tovel, un tempo celebre per la colorazione rossa delle sue acque.

Gli altri sono laghetti alpini di modeste dimensioni: lago di Valagola in Val d’Agola, lago Durigati nelle vicinanze del Rifugio Peller, Lago delle Salare in prossimità del Passo della Nana e Lago di Asbelz.

Accessi al Gruppo

Il Croz dell’Altissimo e altre cime delle Dolomiti di Brenta

Per accedere al Gruppo vi sono quattro accessi principali:

  • dall’Altopiano della Paganella, e in particolare dalla località Pradel nel Comune di Molveno: fornisce un agevole accesso da Sud-Ovest, in particolare al centralissimo Rifugio Tommaso Pedrotti;
  • dalle Valli Giudicarie, in particolare dalla Val d’Ambiez (da San Lorenzo in Banale, per raggiungere il Rifugio Silvio Agostini) e dalla Val d’Algone (per accedere al Rifugio Dodici Apostoli);
  • dalla Valle Rendena: dalla località Vallesinella di Madonna di Campiglio o con gli impianti di risalita che portano al Passo del Grosté, oppure ancora da S. Antonio di Mavignola per risalire la Val d’Agola;
  • dalla Valle di Non: per la Val di Tovel (cui si può accedere in automobile) o da Cles raggiungendo il Rifugio Peller (cima e rifugio più settentrionali del Gruppo).

Fonte:

FIE Italia © 2017 • Via Imperiale 14 • 16143 Genova Ge