FIE Italia

Federazione Italiana Escursionismo

La mulattiera

Mulattiera vicino a Malcesine, sul Garda

Una mulattiera è una strada rurale simile a un sentiero, ma adatta anche alla circolazione di animali da soma (il suo nome, infatti, deriva proprio da “mulo”). Prima dello sviluppo della rete stradale vera e propria rappresentava la via di collegamento tra i paesi e le campagne. Oggi è riconducibile alle strade sterrate.

Fondamentalmente, con il termine mulattiera intendiamo un percorso in terra battuta, sterrato o roccia levigata che, a volte, può essere fiancheggiato o protetto da muretti a secco realizzati con pietre e sassi reperiti in loco. In altri casi, il percorso della mulattiera può essere scavato direttamente nella roccia. Il suo percorso può non essere agevole da essere percorso a piedi o in bicicletta, a causa delle pendenze e delle asperità presenti.

Un tempo, la mulattiera serviva sia come via di collegamento a cavallo tra i vari appezzamenti terrieri sia al transito del bestiame. Spesso la formazione delle mulattiere è dovuta al continuo passaggio sul fondo erboso o roccioso degli animali lasciati allo stato brado o guidati dai pastori.

Mulattiere si trovano in tutte le regioni italiane, d’Europa e del mondo, specie nelle zone montagnose o ad alta concentrazione agricola.

Alcune mulattiere, per la loro importanza e la loro lunghezza, sono particolarmente famose. Fra queste possiamo considerare:

  • la Stockalperweg, costruita intorno al 1630 per volere del governatore del Vallese, barone Stockalper. Il tracciato migliora e rimette in sicurezza la vecchia mulattiera medioevale che valicava il Passo del Sempione e che partiva da Briga, giungeva a Gondo e poi, attraverso la Val Bagnanco, arrivava fino a Domodossola. La mulattiera risaliva ai tempi dell’imperatore romano Settimio Severo che nel 196 d.C. aveva già tracciato lungo questa direttrice un ripido itinerario che in alcuni punti arrivava a una pendenza del 40%. Il percorso richiede due giorni di cammino con tappa tradizionale al Passo del Sempione o a Gondo;
  • la Strada delle 52 gallerie (o della Prima Armata), mulattiera militare costruita durante la Prima guerra mondiale sul Massiccio del Pasubio. È un vero e proprio capolavoro di ingegneria militare e di arditezza. È lunga 6.555 metri, dei quali ben 2.280 sono suddivisi nelle 52 gallerie scavate nella roccia. Ogni galleria è numerata e caratterizzata da una propria denominazione.

Fonte:

Updated: 29 aprile 2017 — 23:21
FIE Italia © 2017 • Via Imperiale 14 • 16143 Genova Ge