FIE Italia

Federazione Italiana Escursionismo

Sei mesi di intensa attività di Gente in Aspromonte coronati dal prossimo fuori sede sul Sentiero delle Ginestre (Etna)

Il prossimo fine settimana molti dei soci di Gente in Aspromonte attraverseranno lo Stretto per una due giorni di escursioni in Sicilia, e visiteranno una zona molto affascinante dell’Etna, lontana dalle più blasonate località in alta quota, ma capace di offrire, con i suoi colori, profumi e silenzi, emozioni di grande intensità.

Nel periodo di massima fioritura della ginestra, arbusto di straordinaria robustezza capace di colonizzare le colate che si sono succedute nel corso dei vari decenni, insieme agli amici di The Greenstone, Associazione Escursionistica Peloritana, Gente in Aspromonte percorrerà, facendo sosta a Contrada Magazzeni per la notte, le due tappe della parte centrale del Sentiero delle Ginestre, che si snoda da Zafferana Etnea alla Pineta Ragabo, e che tocca angoli di notevole interesse, dal monumento naturale “Ilici di Carrinu”, alle spettacolari vedute sulla Valle del Bove, ai Crateri del 1928, per giungere, attraversando vasti campi lavici, al Bosco Ragabo con i suoi pini secolari. Grazie ad un nuovo tracciato forestale, si attraverserà anche la colata che, nel 1950-51, minacciò da vicino l’abitato di Milo.

Questo fuori sede si aggiunge ai due già realizzati quest’anno e premiati dalla numerosa partecipazione e dall’entusiasmo dei soci. Il primo, di sette giorni, alla scoperta dei tesori della Grecia Classica e delle Meteore a fine marzo, con un itinerario in pullman ricchissimo di tappe dal porto di Igoumenitza a quello di Patrasso, visitando i Monasteri delle Meteore, e poi il Passo delle Termopili, Delphi, Atene, Capo Sounio, Corinto, Epidauro, Nauplia, Micene e Olimpia.

E poi la recente trasferta di tre giorni nell’Appennino Paolano, dove Gente in Aspromonte  ha incontrato prima il Gruppo Avventura di Marcellina per la visita al territorio di Orsomarso, escursione Anello Povera Mosca, e poi gli Escursionisti Appennino Paolano di Paola per partecipare alla seconda tappa, da Cerisano a San Fili, del Cammino di San Francesco, La Via dell’Eremita, insieme ai tanti viaggiatori provenienti da tutta Italia e impegnati  a percorrere l’intero cammino. A completamento del viaggio, anche questo in compagnia di alcuni amici escursionisti di The Greenstone, le visite agli stupendi borghi di San Lucido e Fiumefreddo, gemme della costa tirrenica calabrese ricche di monumenti e opere d’arte.

Ma la prima metà di quest’anno ha offerto agli amanti della natura un calendario ricchissimo di escursioni, tutte condotte con perizia dalle tante guide che accompagnano Gente in Aspromonte sui sentieri più affascinanti del nostro Aspromonte. Tra questi, solo per citarne alcuni, I Crinali da Rocca ‘Ntronata, nel territorio di Platì, sentiero tutto in cresta lungo le mulattiere che fanno da spartiacque tra il borgo di Cirella e il paese di Platì, che offre panorami immensi sulla valle delle Grandi Pietre. O il Crinale degli Dei da Monte Perre, Puntone Galera a Croce Dio Sia Lodato, in bilico tra le gole della Fiumara della Valle Infernale e quelle della Fiumata Apiscopo prima e Furraina dopo. E ancora il Crinale del Mercante (Cittanova), Il Crinale di Pentedatilo, i Crinali di Campoligo (Staiti), il Crinale di Pietra Tagliata (Delianuova – Cosoleto) e tanti altri.

Il 2018 continua con due appuntamenti a Luglio, tra i quali la classica notturna ai Piani Tabaccari,  mentre il mese di agosto offrirà la possibilità di godere delle fresche acque dolci delle nostre fiumare con un programma estivo che verrà appositamente redatto. E poi tutte le attività dell’autunno previste dal programma escursionistico 2018 consultabile al sito www.genteinaspromonte.it, alle quali si aggiungerà l’escursione, prevista per la scorsa domenica 24 giugno ma rimandata per le avverse condizioni meteo, sui Crinali di Nino Martino, famoso bandito, re dei monti e re di crudeltà, ma anche re di generosità perché, si racconta, rubava ai ricchi per dare ai poveri, combatteva le ingiustizie e i padroni che quella terra la deturpavano togliendola ai bisognosi.

Un anno, il 34° di questa realtà associativa escursionistica, tutto da vivere.

FIE Italia © 2017 • Via Imperiale 14 • 16143 Genova Ge