FIE Italia

Federazione Italiana Escursionismo

Ad Alassio è nato il primo gruppo italiano di Marcia acquatica

A gennaio avevamo dato ampio risalto alla manifestazione di Marcia acquatica che si tenne ad Alassio e Laigueglia. L’alta spettacolarità di questa disciplina e i suoi benefici per la salute hanno fatto proseliti. Possiamo annunciare quindi che ad Alassio è nato il primo gruppo italiano di Marcia acquatica, che si è prontamente affiliato alla FIE.

Di seguito riportiamo il testo del comunicato stampa inviato ai quotidiani locali, cartacei e online.

Un nuovo sport
È nato ad Alassio il 1° gruppo italiano di Marcia Acquatica

«A new game», così un giornale studentesco universitario del Massachussets aveva gridato al mondo la nascita del Basket. In questo caso non si tratta della vera e propria nascita di uno sport, ma del recepimento di una nuova disciplina sportiva da parte dell’Italia: la Marcia Acquatica.

La “Longe Côte – Marcia Acquatica” nasce nel 2004 nel nord della Francia come allenamento di rinforzo per i vogatori, ma comincia a diffondersi come pratica a sé stante a partire dal 2015, quando una Docente di Letteratura dell’Università Sorbona di Parigi, inizia a praticarla a Mandelieu – La Napoule (Costa Azzurra), come riabilitazione fisica e motivazionale in seguito a seri problemi fisici. Oggi Sophie Chipon, presidente del club “Alison Wave Attitude”, è la campionessa francese di tutte le categorie di gara della Longe Côte – Marche Aquatique, che in Francia conta già 8.000 iscritti. Numerosi club inoltre, si sono costituiti sul suo modello in Corsica, Tunisia, Algeria, Marocco e Spagna, e il bacino mediterraneo oggi si allarga con l’arrivo della disciplina in Italia.

Si tratta di un’attività che aggiunge al camminare i benefici dell’acqua di mare. Non è però una semplice passeggiata nell’acqua: vi sono particolari accorgimenti che mirano all’annullamento del peso corporeo, per un’attività aerobica supportata da un corretto ed efficace lavoro articolare e muscolare. Alcuni fra questi, il livello d’immersione tra l’ombelico e il petto, l’inclinazione del busto, il movimento alternato di braccia e gambe, e, volendo, l’utilizzo di palette da nuoto o di apposite pagaie.

Per chi ama camminare e ama il mare, ecco un’attività che unisce entrambe le cose. Il mare d’inverno, poi, farà il resto, poichè si tratta di una disciplina prevalentemente invernale, che si avvale dell’utilizzo di mute e calzari per far fronte alle fredde temperature dell’acqua.

Il CNAM (Circolo Nautico Al Mare) di Alassio, nella persona del suo Presidente, Ennio Pogliano, e dell’intero consiglio direttivo, ci ha creduto fin dal primo momento, supportando il progetto e la sua articolata realizzazione, poiché per l’Italia si è trattato di una vera e propria start-up. E’ stata dunque creata la “Sezione Escursionismo” all’interno del Cnam, che si occuperà della Marcia Acquatica, avvalendosi dei suoi tre istruttori federati: Maddalena Canepa, Lorena Rasolo e Roberto Gravagno.

La nuova disciplina è stata presentata all’Assemblea Nazionale della FIE, lo scorso 21 aprile, a Genova, dove è stata approvata all’unanimità. Infine, oggi, Domenica 12 maggio 2018, il CNAM di Alassio con la sua sezione Escursionismo è stato proclamato ufficialmente 1° realtà italiana di Marcia Acquatica:

Camminatori di tutta Italia unitevi dunque, le iscrizioni sono aperte, il WAVE WALKING vi aspetta!

FIE Italia © 2017 • Via Imperiale 14 • 16143 Genova Ge