FIE Italia

Federazione Italiana Escursionismo

La Corte Costituzionale boccia la riforma dei parchi voluta dalla Regione Liguria

La Corte Costituzionale ha bocciato cinque articoli della legge ligure di riforma sui parchi, in vigore dal 2019.

  1. Sono stati considerati illegittimi i ridimensionamenti di confini e superfici dei parchi Antola, Aveto, Beigua e Alpi Liguri, per circa 540 ettari, senza la preventiva consultazione dei parchi e dei comuni.
    È evitato il declassamento del parco Montemarcello Magra (per il quale la FIE lanciò un appello di salvaguardia) ad area protetta comunale.
  2. Dove si trova il Parco (clicca per ingrandire la mappa)

    È stata considerata violata la normativa statale che prevede il piano del parco come strumento di programmazione sovraordinata agli altri strumenti di pianificazione territoriale, impedendo ulteriori colate di cemento.

  3. Si è respinta la modifica deteriore del funzionamento della Comunità del Parco.
  4. Si annulla la cancellazione dei riferimenti alle aree protette di interesse locale, che seppure gerarchicamente inferiori si equivalgono per l’ineludibile valore di biodiversità.
  5. È rigettata la proposta di convenzioni con enti privati di sorveglianza, in surroga agli obblighi inderogabili di sorveglianza pubblica.

Il presidente Toti e l’assessore Mai, gli stessi che con una convenzione senza bando pubblico hanno estromesso FIE e Unioncamere dalla gestione dell’Alta Via dei Monti Liguri, hanno dimostrato ancora una volta la loro incapacità a gestire con coerenza e competenza i temi dell’ambiente e della biodiversità.

La FIE propone, ancora una volta, strumenti di partecipazione attiva e di consultazione concreta che questa Amministrazione Regionale sembra non voler attivare.

FIE Italia © 2017 • Via Imperiale 14 • 16143 Genova Ge